carnevale, arezzo, carnevalearetino, carnevale aretino

Chi Siamo

In ogni caso il Carnevale continuava a crescere, con la partecipazione di bande, famiglie di saltimbanchi, non perdendo di vista la priorità di essere un divertimento ed un luogo di incontro per bambini e famiglie. Per questo motivo all’interno del circuito era permesso solo l’uso di coriandoli e stelle filanti (come ancora oggi) per garantire l’assenza di pericoli. Pensiamo che questo renda ancor più piacevole la giornata passata con noi, e faccia stare più tranquilli i genitori.

Nel 1977 i carri cominiciarono ad avere una certa importanza ed iniziò la collaborazione con il Carnevale di Viareggio. Il vincitore delle sfilate viareggine di quell’anno, il Sig. Arnaldo Gsalli, costui appositamente per il nostro carnevale il “RE CARNEVALE”, da poco andato in pensione.

2017 01 26 14 17 000001


Nel 1978 si isituì la prima lotteria del Carnevale, in modo da finanziare le ttività del comitato, sostuita poi dal biglietto d’ingresso alle sfilate nel 1988.

Nel 1978 si tenne anche una edizione in notturna denominata “Grande spettacolo d’estate”, il 29 Giugno, dove furono usate 6.000 lampadine, quasi tutte prelevate da auto in disuso presso sfasciacarrozze di Arezzo e dintorni, e poi rimontate a regola d0arte ai Carri con sorprendenti giochi di luce.

il 1979 è un’altra data importante per il Carnevale Aretino dell’Orciolaia, perché gli organi di informazione cominciano ad occuparsi del carnevale e si comincia a fare uso di cartelloni pubblicitari.

Negli anni 80 il comitato divenne sempre più organizzato e stabile, grazie alla collaborazione di numerose persone.

 2017 01 26 14 20 140001 


<— Indietro     Inizio     Continua —>

© David Marconi 2017